Skudowave Amazon’s Choice

Skudowave Amazon’s Choice

Skudowave ha ottenuto da Amazon
il sigillo di approvazione

grazie al quale il consumatore può velocemente affidarsi al CONSIGLIO di AMAZON e, senza perdere tempo a vagliare i vari prodotti, andare dritto all’acquisto.

Cosa significa Amazon’s Choice?


Amazon’s Choice non è un sigillo acquistabile ma un’attribuzione di Amazon e significa che il PRODOTTO è stato valutato da Amazon come IL MIGLIORE PER QUELLA CATEGORIA

Nel nostro caso Amazon ha scelto lo Skudowave color bianco ma, essendo tutti gli Skudowave identici in quanto a funzionalità, il consumatore può scegliere il MODELLO CHE PREFERISCE.

Skudo®Wave
collezione colorata

il sottilissimo
Skudo®Hologram


Skudo®Wave
collezione calcio

Clicca QUI e vai su Amazon a scegliere il colore o il brand della tua squadra del cuore e scopri il piacere di telefonare senza rischiare danni alla tua salute

TRANQUILLO,  è

RADIAZIONI cellulari: class action negli USA ad apple e samsung

RADIAZIONI cellulari: class action negli USA ad apple e samsung

Radiazioni cellulari: Class Action USA a Apple e Samsung

“Lo studio legale FeganScott ha avviato due class action nei confronti di Apple e Samsung Electronics dopo che test indipendenti di un laboratorio accreditato dalla Federal Communications Commission hanno confermato che i livelli di radiazione (RF) di popolari smartphone Apple e Samsung hanno superato di gran lunga i limiti federali.”

Fonte e articolo completo QUI

Telecolor: Medicina amica: i rischi connessi all’utilizzo dei cellulari

TELECOLOR, TRASMISSIONE sui rischi connessi all’utilizzo dei telefoni cellulari sia per gli adulti, sia per i ragazzi

Cosa succede quando appoggiamo il cellulare alla testa?

Telecolor ne parla: “in questa puntata di ‘Medicina Amica’ insieme al Prof. Nicola Limardo, scopriremo che sopra e sotto di noi esistono delle radiazioni benefiche ed altre nocive e ci darà qualche consiglio sul come difendere e proteggere la nostra salute da esse”.

TAR: il Ministero deve informare sui rischi dei telefonini

TAR: il Ministero deve informare sui rischi dei telefonini

TAR: il Ministero deve informare sui rischi dei telefonini. Entro sei mesi la campagna informativa

16 GENNAIO 2019
“I MINISTERI dell’Ambiente, della Salute e dell’Istruzione, entro sei mesi al massimo, dovranno adottare una campagna informativa sulle corrette modalità d’uso di telefonini e cordless e sui rischi per la salute
e per l’ambiente connessi a un loro uso improprio. L’ha deciso il Tar del Lazio, accogliendo parzialmente un ricorso proposto dall’Associazione per la prevenzione e la lotta all’elettrosmog” (Repubblica 16 gennaio 2019).

15 NOVEMBRE 2011
Il Consiglio Superiore di Sanità (Ministero della salute)
ha affrontato la questione dei rischi potenziali connessi con l’uso dei telefoni cellulari già nella seduta del 15 novembre 2011. In linea con gli studi della Iarc (Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro) che ha classificato le radio frequenze nel gruppo 2B (possibili cancerogene per l’uomo) e in accordo con l’Istituto Superiore di Sanità, il Consiglio, pur rilevando che non esiste dimostrazione di alcun rapporto di causalità tra l’esposizione a radiofrequenze e le patologie tumorali, riconosce che le attuali conoscenze scientifiche non consentono di escludere l’esistenza di causalità in caso di uso molto intenso del telefono cellulare.

Il Consiglio pertanto, pur non quantificando il significato di «uso molto intenso del cellulare», conclude che, soprattutto per quanto riguarda i bambini, vada applicato il principio di precauzione in relazione ad un’educazione all’utilizzo del telefono cellulare, non indiscriminato ma appropriato, quindi limitato alle situazioni di vera necessità.

Il documento termina con l’informazione circa l’avvio da parte del Ministero della salute di una campagna d’informazione sulla base delle ultime relazioni degli organismi tecnico-scientifici per sensibilizzare proprio a tale uso appropriato dei telefoni mobili.

LA SUDDETTA CAMPAGNA
NON E’ STATA MAI ATTUATA

nonostante le recenti sentenze del tribunale che hanno accertato il nesso causa-effetto fra l’utilizzo del cellulare e l’insorgere di una patologia cancerosa

MA
OGGI IL TAR

“… constatato che “nonostante il ragguardevole lasso di tempo intercorso, la preannunciata campagna informativa non risulta essere stata ancora attuata”, ha ritenuto di dichiarare “l’OBBLIGO del Ministero dell’Ambiente, del Ministero della Salute e del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, ciascuno per il proprio ambito di competenza, di provvedere ad adottare una campagna informativa, rivolta alla intera popolazione, avente a oggetto l’individuazione delle corrette modalità d’uso degli apparecchi di telefonia mobile (telefoni cellulari e cordless) e l’informazione dei rischi per la salute e per l’ambiente connessi a un uso improprio di tali apparecchi.

La predetta campagna d’informazione e d’educazione ambientale dovrà essere attuata nel termine di sei mesi dalla notifica” della sentenza “avvalendosi dei mezzi di comunicazione più idonei ad assicurare una diffusione capillare delle informazioni in essa contenute” (Fonte Repubblica 16 gennaio 2019).

Fonte: https://www.repubblica.it/salute/medicina-e-ricerca/2019/01/16/news/tar_ministeri_informino_sui_rischi_dei_telefonini-216696504/

________________________________________________

LA PROTEZIONE 100% italiana
è efficace, sicura, economica
Proteggi subito anche i tuoi cari con
skudowave

Allontanare il cellulare dal corpo (Report RAI3)

Allontanare il cellulare dal corpo (Report RAI3)

REPORT: SU RAI3 PARLANO I MASSIMI ESPERTI DI RADIOFREQUENZE
TENETE IL CELLULARE A DISTANZA DAL CORPO E TOGLIETELO AI BAMBINI

La trasmissione Report di Rai3 di lunedì 26 novembre 2018 ha scoperchiato il problema della pericolosità dei cellulari, e non solo.

Di seguito una parziale trascrizione della trasmissione:

IL PROFESSOR GANDHI, massimo esperto di elettromagnetismo, un tempo anche consulente per l’industria, è stato fra i primi al mondo a valutare l’assorbimento delle radiofrequenze nel cranio dei bambini.

“Lo spessore dell’orecchio in un bambino è molto più piccolo di quello di un adulto. Quando uno appoggia il telefono vicino al cervello, per ogni millimetro c’è un aumento di esposizione alle radiofrequenze dal 10 al 20%”.

DEVRA LEE DAVIS, l’epidemiologa statunitense premio Nobel, nel 2010 ha scritto il libro “Disconnect” sulle verità dei cellulari e sulle contraddizioni dei tanti studi scientifici pilotati dall’industria. “La gente non sa che anche quando non stiamo parlando, il nostro cellulare continua a ricevere segnali dalle antenne e le radiazioni penetrano nei tessuti”

A CHE DISTANZA DOVREMMO TENERLO?

“Bastano anche pochi centimetri, la distanza è nostra amica. Ogni singolo millimetro di distanza diminuisce l’esposizione del 15%”.

MARC ARAZI, Presidente Ong Phonegate alert
Emissioni SAR dei cellulari (il sar viene calcolato dagli stessi produttori di cellulari)
Nel 2015 Marc Arazi si imbatte nei test effettuati dall’Agenzia Nazionale delle frequenze che aveva testato l’utilizzo reale ciò a contatto diretto con il corpo di diverse centinaia di telefoni cellulari.

In base a questo test è emerso che 9 telefoni su 10 superavano i limiti.

Prima del 2016 il SAR in Europa veniva calcolato ad una distanza fra i 15 e 25 mm dalla pelle (come se il telefono si usasse sospeso a 2,5 cm)

Una volta scoperto che 9 telefoni su 10 superavano le soglie regolamentari europee, hanno cambiato la legge. Ora c’è l’obbligo di testare i cellulari a una distanza massima di 5 mm, almeno così dice l’Agenzia Nazionale delle frequenze, ma nel documento si parla di un generico “qualche millimetro di distanza”.

Quindi i consumatori sono stati truffati? , quando hanno immesso i telefoni sul mercato, sapevano perfettamente che stavano sovraesponendo in modo estremamente importante, acuto e cronico migliaia di utenti in tutto il mondo”.

________________________________________________

È un vero peccato
che si ponga sempre l’enfasi sul problema
e mai sulla soluzione scoperta proprio in Italia:
skudowave