Effetti dell’esposizione ai telefoni cellulari sulla riproduzione maschile

L’uso dei telefoni cellulari è ormai diffuso. Un grande dibattito riguarda il possibile danno che la radiazione elettromagnetica a radiofrequenza (RF-EMR) emessa dai telefoni cellulari esercita su diversi organi e apparati. Scopo di questo articolo è stato quello di rivedere la letteratura esistente che esplora gli effetti di RF-EMR sulla funzione riproduttiva maschile negli animali da esperimento e negli esseri umani.

Gli studi sugli animali sperimentali sono stati condotti su ratti, topi e conigli utilizzando un disegno simile basato sull’esposizione a radiofrequenza cellulare per un periodo di tempo variabile. 
Complessivamente i risultati di questi studi mostrano che RF-EMR riduce il numero di spermatozoi e la motilità e aumenta lo stress ossidativo.

Negli esseri umani sono stati seguiti due diversi approcci sperimentali, uno ha esplorato gli effetti dell’RF-EMR direttamente sugli spermatozoi e l’altro ha valutato i parametri degli spermatozoi negli uomini che usano o no i telefoni cellulari.

I risultati mostrano che gli spermatozoi umani esposti a RF-EMR hanno diminuito la motilità, le anomalie morfometriche e l’aumento dello stress ossidativo, mentre gli uomini che usano i telefoni cellulari hanno diminuito la concentrazione spermatica, la motilità (in particolare quella rapida progressiva), la morfologia normale e la vitalità degli spermatozoi. Queste anomalie sembrano essere direttamente correlate alla durata dell’uso del telefono cellulare.

Androl. 2011 lug 28. 
La Vignera S, Condorelli RA, Vicari E, D’Agata R, Calogero AE.
Fonte in lingua originale: http://www.radiationresearch.org/articles/effects-of-the-exposure-to-mobile-phones-on-male-reproduction-a-review-of-the-literature/