Altroconsumo: la risposta, la denuncia, la querela

In data 25 gennaio 2016 Altroconsumo ha pubblicato la news che altri siti hanno ripreso in merito a Skudo®wave di cui Altroconsumo aveva già parlato nel numero di gennaio 2016 definendolo prodotto inutile e bufala.

LA RISPOSTA
ALTROCONSUMO è caduto in questo errore di premessa: l’aver accomunato Skudo®wave ad altri prodotti precedentemente apparsi sul mercato (vedi coccinelle) con cui Skudo®wave non ha nulla a che fare. Infatti Skudo®wave non ha la finalità di schermare le onde elettromagnetiche, né si è mai dichiarato che questo sia il suo effetto; al contrario, il nostro prodotto agisce significativamente sulla dannosità delle radiofrequenze per il DNA, contribuendo a ridurre il danno biologico ai suoi filamenti.

Il danno che Skudo®wave contribuisce a ridurre è stato provato in vari studi (contrariamente a quanto affermato da ALTROCONSUMO) che riportiamo in seguito.

Per informare tempestivamente i consumatori, il Produttore e il Distributore di Skudo®Wave hanno pubblicato domenica 24 gennaio 2016 sul CORRIERE DELLA SERA il seguente avviso:


AVVISO AI CONSUMATORI

La società Edil Natura Srl (azienda produttrice) e la società Mobisafe Distribution Italia Srl (azienda distributrice)

A V V I S A N O

tutti i consumatori che il prodotto Skudo®Wave (precedentemente denominato Convertitore d’onda Geoprotex®), come evidenziato dal Dipartimento di Sanità Pubblica dell’Università di Perugia e come pubblicato dalla SITI (Società Italiana di Igiene Medicina Preventiva e Sanità Pubblica),

RIDUCE IN MODO SIGNIFICATIVO

il danno primario al DNA che può essere causato dai campi elettromagnetici emessi dai telefoni cellulari

SMENTENDO

in modo categorico l’articolo comparso sul numero 299 di Altroconsumo di gennaio 2016, pagina 28 che afferma: “si tratta di un prodotto inutile. I produttori di questo genere giocano con il fattore disinformazione. Quando si parla di onde elettromagnetiche sembra che basti snocciolare qualche studio fantomatico per dare un alone di scientificità a un prodotto. Così coccinelle, farfalle e fantasmini, secondo alcuni produttori, dovrebbero proteggerci dalle onde elettromagnetiche mentre usiamo i cellulari”.

Non si tratta pertanto di una “bufala” in quanto, come si evince dalla “valutazione in vitro [del] danno al DNA in cellule Jurkat esposte al campo elettromagnetico da telefono cellulare”, rilasciata dal Dr. Massimo Moretti dell’Università di Perugia Sezione di Sanità Pubblica e scaricabile dal sito www.skudowave.com, “il dispositivo Geoprotex® è risultato in grado di ridurre significativamente gli effetti genotossici conseguenti alla esposizione alle radiofrequenze prodotte da un telefono cellulare, riconducendo il danno primario al DNA causato dal telefono in trasmissione a livelli praticamente sovrapponibili a quelli del controllo negativo”.

Si informa altresì che Edil Natura Srl e Mobisafe Distribution Italia Srl hanno già provveduto a diffidare la rivista “ALTROCONSUMO” per il contenuto lesivo del loro articolo e hanno conferito mandato ai loro legali per procedere alla tutela dei loro diritti e di quelli dei  loro Partners commerciali in ogni competente sede giudiziaria.